Lo sappiamo bene: il Natale è un momento fondamentale per la raccolta fondi di ogni associazione. Proprio per questo motivo è importante muoversi con il giusto tempismo e dedicare al Natale tempo, energie e risorse. Andiamo quindi a vedere alcuni elementi imprescindibili per una campagna natalizia coi fiocchi!

 

Il tempismo

 

Siamo ancora in estate e più che ai maglioni di lana e alle luci di Natale il nostro pensiero va a spiagge in cui godersi il sole e farsi una nuotata rinfrescante… Tuttavia il Natale è più vicino di quanto sembri per il fundraising! Programmare una campagna natalizia di successo infatti, come tutte le cose importanti, richiede tempo e attenzione. Definire gli obiettivi, il target, gli strumenti e i contenuti del fundraising natalizio è un lavoro lungo. Avere il giusto tempo per implementare un piano ben dettagliato può fare la differenza tra il successo e l’insuccesso di una campagna!

 

La richiesta giusta alle persone giuste

 

Qui ci troviamo di fronte ad uno degli aspetti più importanti quanto sottovalutati del fundraising e che richiede un lavoro preliminare a dir poco fondamentale: conoscere i propri donatori. Per chi non avesse sistematizzato i contatti dei propri donatori in un database, il consiglio è quello di farlo immediatamente. Conoscere i propri donatori ed incamerare questa conoscenza nel modo corretto aumenta esponenzialmente le possibilità di fidelizzare, far crescere o recuperare donatori. Attraverso richieste mirate e coerenti con la storia di ciascun donatore le possibilità di ottenere una donazione aumentano in maniera significativa.

 

La scelta degli strumenti giusti

 

Una volta definiti i nostri obiettivi, abbiamo davanti a noi un’infinità di possibilità diverse con cui raggiungerli ed è importante riconoscere quali siano gli strumenti più adatti da utilizzare. Se ad esempio un’associazione dispone di una base di sostenitori poco avvezza agli strumenti online, possiede un sito internet vecchiotto, non aggiorna le pagine social e conta su un numero modesto di followers probabilmente una modalità come il crowdfunding non farà al caso suo. La stessa associazione però potrebbe contare su uno zoccolo duro di sostenitori che si fa coinvolgere volentieri in eventi o a cui piace toccare con mano una bella lettera scritta dal presidente, da un bambino, da un operatore o un volontario dell’associazione. Insomma, qui abbiamo aggiunto un altro piccolo passo a quanto visto nel punto precedente: la giusta richiesta alle giuste persone, ma con gli strumenti più adeguati.

 

Fantasia

 

Come lo è per noi, anche per tutte le altre migliaia di organizzazioni e associazioni il Natale è un periodo cruciale. Quello che diventa fondamentale è dunque distinguersi, ritagliarsi uno spazio proprio che renda l’associazione immediatamente riconoscibile agli occhi dei potenziali donatori. Quindi fantasia! Sbizzarritevi nel creare messaggi originali e formule di raccolta fondi originali… non abbiate paura di osare, la creatività si sposa bene con l’entusiasmo natalizio!